Home News Dicono di noi La via dei santuari, la nuova strada dei Camminantes
formats

La via dei santuari, la nuova strada dei Camminantes

Pellegrinaggio in alcuni dei luoghi sacri del centro Sardegna, alla riscoperta della fede e della socialità.

L’iniziativa è promossa dalla onlus Camminantes nell’ambito del progetto denominato «La via dei santuari», idea nata da un gruppo di amici che, da diverso tempo, ha percorso il cammino di Santiago di Compostela.
Ieri, nel giorno della Liberazione, un folto gruppo di persone si è ritrovato presso la basilica della Madonna dei Martiri a Fonni per iniziare questo percorso, che toccherà i santuari di Sa Itria di Gavoi, San Cosimo di Mamoiada e quello della Madonna di Gonare tra Sarule e Orani.
Il percorso avrà come traguardo quello della chiesa della Madonna delle Grazie a Nuoro. Il tempo di percorrenza sarà di circa tre giorni e i “camminantes” dormiranno nelle cumbassias San Cosimo e di Gonare.

In questo modo è nato il progetto la via dei santuari. «Abbiamo coinvolto nel progetto gli amici dei comuni attraversati dal percorso che saranno i nostri “ospitaleri” – scrivono in una nota gli autori del progetto – Da questa unione di appassionati che vengono da Cagliari, Fonni, Mamoiada e Nuoro nasce la Via dei santuari, un progetto completamente autofinanziato, che ha come obiettivo finale la creazione di una via attrezzata che possa essere percorribile da chiunque lo voglia».
Gli organizzatori puntano ad un tipo di esperienza diversa che altrove ha dato grandi risultati. Basta pensare che i pellegrinaggi a piedi oggi sono in grande crescita. E come base statistica Camminantes cita il cammino di Santiago: negli anni ’70 si registrava una media di 100 pellegrini all’anno mentre nel corso del 2012 sono stati 192.000 solo europei.

Le stazioni di sosta sono rappresentate dai santuari e l’accoglianza sarà organizzata dai referenti che saranno segnalati nel sito web laviadeisantuari.it. L’organizzazione ha deciso di dare anche una tracciatura precisa ai percorsi; finché possibile si seguiranno quelli della tradizione e in attesa di una segnalazione fisica con guide ad hoc e tracciati gps leggibili da Google earth.
Altro elemento essenziale del progetto è rendere la via dei santuari accessibile a chiunque. Anche come prezzi. «Senza questa condizione – aggiungono i promotori – oggi non potrà esserci una via percorsa da pellegrini. È chiaro che una volta che la via sarà segnalata, attrezzata e percorsa questa potrà diventare un infrastruttura a servizio del territorio e al servizio anche di un utenza con maggiore capacità di spesa».

Il perché della Barbagia come via d’inizio non è casuale.

Giovanni Melis

Fonte: http://ricerca.gelocal.it/lanuovasardegna/archivio/lanuovasardegna/2013/04/26/NU_24_333.html

Inserisci i tuoi commenti

N.B. se hai problemi nella visualizzazione dei commenti, clicca sul link Reload o esegui il refresh della pagina col tasto F5

Madonna dei Martiri di Fonni

Madonna dei Martiri di Fonni
Convento e chiesa, dedicata alla Santissima Trinità, vennero ultimati dopo molteplici interruzioni intorno al 1632-33. La pianta della chiesa era molto semplice: un’aula mononavata, voltata a botte, con tre cappelle . . .Maggiori dettagli

San Cosimo di Mamoiada

San Cosimo di Mamoiada
Il Complesso religioso-edilizio-architettonico del Santuario e la festa dei Santi Martiri Cosimo e Damiano sono il riferimento principale dei cittadini di Mamoiada. Parlando di questo l’Angius nel libro . . .Maggiori dettagli

Nostra Signora di Gonare

Nostra Signora di Gonare
La leggenda vuole che il Santuario sia stato costruito dal giudice di Torres Gonario, il quale, di ritorno da un pellegrinaggio in Terra Santa, trovatosi in pericolo di vita per una violenta tempesta, promise alla Madonna . . .Maggiori dettagli

Madonna delle Grazie di Nuoro

Madonna dei Martiri di Fonni
La chiesa della Madonna delle Grazie (detta vecchia o antica, per distinguerla dalla nuova chiesa, edificata negli anni cinquanta del XX secolo) si trova a Nuoro, nell’antico quartiere di Seuna. Fu costruita verso la fine del XVII secolo, infatti risulta che il 22 ottobre 1679 il vescovo di Alghero Francesco Lopez . . .Maggiori dettagli

Chiudi

Ai sensi dell’ Art.13 del D.lgs 196/03www.camminantes.org desidera informarLa che i Suoi dati personali forniti attraverso il presente sito Internet verranno acquisiti e trattati in forma cartacea e/o su supporto magnetico, elettronico o telematico nel pieno rispetto del Codice della Privacy.

Il trattamento di tali dati potrà avvenire per la gestione del contatto derivante dalla compilazione del Modulo del Sito www.camminantes.org.

Il conferimento dei dati stessi è pertanto facoltativo ed il suo rifiuto a fornirli determinerà l’impossibilità di inviare a www.camminantes.org i dati inseriti durante la compilazione del modulo e la mancata gestione del contatto.

Relativamente ai dati medesimi Lei può esercitare i diritti previsti dall’ art.7 del D.lgs n.196/2003 di cui per Sua opportuna informazione ne viene di seguito riportato il testo.

Titolare del trattamento è www.camminantes.org.

Ciò premesso, in mancanza di contrarie comunicazioni da parte Sua, si considera conferito a www.camminantes.org il consenso all’utilizzo dei Suoi dati ai fini sopra indicati.

DECRETO LEGISLATIVO 30.06.2003 N.196

TITOLO II DIRITTI DELL’INTERESSATO ARTICOLO 7
(DIRITTO DI ACCESSO AI DATI PERSONALI ED ALTRI DIRITTI)

  1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
  2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:
    a) dell’origine dei dati personali;
    b) delle finalità e modalità del trattamento;
    c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
    d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2;
    e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
  3. L’interessato ha diritto di ottenere:
    a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
    b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
    c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
  4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
    a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Chiudi